Related Posts Plugin for WordPress, Blogger... Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
nome: email:

24 feb 2016

Cataratta, chi è a rischio?



Dieta a base di vegetali, minor rischio di cataratta

I vegetariani e vagani hanno un rischio dal 30% al 40% più basso di cataratta rispetto a coloro che mangiano carne regolarmente. Sono i risultati di uno studio di ricercatori dell’Università di Oxford, in Inghilterra. Lo studio è pubblicato sull’American Journal of Clinical Nutrition.

Gli scienziati hanno esaminato i dati di 27.670 persone che partecipavano alla Studio prospettico europeo sul cancro.

I partecipanti, tutti sopra i 40 anni, hanno compilato indagini dietetiche tra il 1993 e il 1999, e sono stati controllati tra il 2008 e il 2009. Si è constatato che circa 1.500 avevano sviluppato cataratte.

Il rischio di sviluppare cataratta è stato più alto per coloro che aveva mangiato carne (100 grammi o più al giorno).

I mangiatori di carne medi (da 50 a meno di 100 grammi al giorno) mostravano un rischio ridotto del 4%, i mangiatori di carne saltuari (meno di 50 grammi al giorno) del 15%, i mangiatori di pesce del 21%, contro il 30% in meno dei vegetariani e un sorprendente -40% dei vegani.

Una persona affetta da cataratta può soffrire di offuscamento della vista o addirittura della perdita della funzionalità visiva o di parte di essa, con fenomeni di offuscamento visivo dovuti alla perdita di limpidezza del cristallino.


La cataratta è molto comune nelle persone anziane e spesso richiede l’intervento chirurgico.

Questo ricerca è un altra prova scientifica che dimostra ancora una volta che la frutta è l'unico cibo adatto all'uomo e come tale oltre a nutrirlo gli evita anche la comparsa delle varie malattie.

I risultati di questo studio non sono certo una novità per chi si nutre di frutta, in quanto è ormai più che dimostrato che "ogni malattia" è una causa della mal nutrizione.

Noi stessi e tante persone che abbiamo incontrato personalmente che seguono una Dieta Naturale hanno riscontrato un netto aumento della qualità visiva, e nessuno ha sentito la necessità di operarsi di cataratta.
Posta un commento

Ti è piaciuto questo post?