Related Posts Plugin for WordPress, Blogger... Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
nome: email:

19 set 2011

Cosa sono i cicli circadiani?


La capacità del nostro corpo di elaborare il cibo assunto dipende dal buon funzionamento dei tre cicli giornalieri. Questi cicli, detti circadiani, sono stati oggetto di studio da parte di molti scienziati e si basano sullo studio delle funzioni del corpo umano.


Queste funzioni sono quelle di:

  • appropriazione: dalle 12 alle 20(assunzione e digestione del cibo)

  • assimilazione: dalle 20 alle 4(assorbimento ed utilizzo del cibo ingerito)

  • eliminazione: dalle 4 alle 12(eliminazione delle scorie e residui di cibo)

Se ci osserviamo attentamente possiamo scoprire questi cicli corporei.

Quando siamo svegli mangiamo (appropriazione), quando dormiamo il corpo, non svolgendo altri lavori, assimila il cibo ingerito (assimilazione).

Al mattino abbiamo la lingua rivestita di una patina bianca ed un alito particolare, perché l'organismo sta eliminando ciò che non ha utilizzato.

Quindi è molto importante per la nostra salute rispettare i cicli biologici. Se si mangia tardi la sera si sballano i cicli e la mattina ci si sentirà a pezzi.

Il nostro organismo deve mangiare presto la sera, in modo che abbia il tempo di digerire, facendo trascorrere circa tre ore prima di dormire. Così il ciclo di assimilazione potrà iniziare correttamente.

Mangiando troppo tardi la sera tutti e tre i cicli verranno ritardati, turbando l'equilibrio del nostro organismo. Ma non solo!

Facendo un'abbondante colazione, un'abbondante pranzo ed un'abbondante cena, quando potrà il nostro organismo liberarsi dalle scorie con il ciclo di eliminazione? Per far sì che il nostro corpo possa lavorare correttamente dovremmo comportarci come segue:


ELIMINAZIONE

È importante in questa fase consumare solo frutta. La colazione dovrebbe essere composta di frutta o succhi di frutta fresca appena fatti. Questo perché la frutta viene digerita in 10/15 minuti senza interrompere il ciclo. Come avviene invece consumando qualsiasi altro alimento.

Altri cibi sono lunghi da digerire e quindi il corpo, impegnato nella digestione, non può eliminare ed aumenta così il residuo di sostanze tossiche. Se a metà mattina si ha fame, è opportuno mangiare un frutto o bere una spremuta, evitando comunque caffè e cappuccini.


APPROPRIAZIONE

Il momento di mangiare inizia a mezzogiorno. Fare un pasto ben combinato e leggero, in modo da non impegnare lo stomaco in ore e ore di attività digestiva, esaurendo conseguentemente tutta l'energia e provocando la classica sonnolenza del dopo pasto.

Ottimo può essere un pasto di sola frutta, Oppure per chi ancora non è fruttariano al 100%, insalata e verdure al vapore. Evitare ovviamente di mangiucchiare tra i pasti, bere acqua tra un pasto el’altro in modo da facilitare l'eliminazione delle tossine.


ASSIMILAZIONE

Quando si ha mangiato troppo il corpo deve avere la possibilità di estrarre, assorbire ed utilizzare le sostanze nutritive.

Un pasto combinato bene rimane circa 3 ore nello stomaco e quindi viene assorbito ed assimilato. Mangiare presto la sera ed un buon sonno che inizi prima delle 24 farà sì che il vostro corpo completi i cicli ed inizi correttamente quello di eliminazione.
Il tutto accompagnato da buoni pensieri, buone azioni e da un atteggiamento positivo verso il creato vi aiuterà a mantenervi in salute.

Quando blocchiamo i cicli naturali dell'organismo, le sostanze tossiche accumulate nel corpo causano squilibri che portano a malattie che non sono altro che un tentativo dell'organismo di liberarsi dalle tossine.

Noi, invece di lasciarlo lavorare in modo naturale, non solo continuiamo ad alimentarci, ma blocchiamo l'eliminazione delle scorie con le medicine, introducendo così nuove tossine ed affaticando l'organismo. Indeboliamo così il nostro sistema immunitario e non possiamo stupirci se oggi ci sono tanti malati di cancro.
L'alimentazione sbagliata unita ad un insieme di abitudini di vita malsane ed a pensieri negativi porta alla degenerazione dell'organismo. In verità tutte le sofferenze sono causate dall'uomo stesso, non da fattori estranei.

La moderazione nel cibo, nei discorsi, nei desideri e negli svaghi, l'accontentarsi del guadagno ottenuto lavorando onestamente, il desiderio di servire gli altri e di dispensare gioia a tutti, tutte queste cose sono più potenti di tutti i farmaci conosciuti dalla medicina.

Digiunate un giorno alla settimana

Nel passato le malattie erano curate con semplici rimedi naturali, riposo, dieta controllata e disciplina spirituale. Ora l'uomo vive in un'epoca di pastiglie ed iniezioni.

Non crediate che la salute sia conservata o mantenuta dai medici e dalle medicine.

Posta un commento

Ti è piaciuto questo post?