Related Posts Plugin for WordPress, Blogger... Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
nome: email:

27 dic 2011

Attenzione alla farina raffinata!





La farina moderna


Fino agli anni cinquanta la farina per la panificazione era integrale poi per ragioni prettamente economiche e non certo salutiste è stata introdotta con grande enfasi sul mercato la farina bianca raffinata.


Alla fine degli anni cinquanta, gli agronomi spinti dal profitto hanno trasformato geneticamente il frumento, tale modifica ha reso il grano troppo povero di nutrienti e fibre pur rendendolo resistente e adatto alla grossa produzione. È vero che la maggior quantità di farina in commercio ha dato modo a tutti di sfamarsi rendendo il consumatore si sazio ma denutrito.


Vitamine inorganiche inutili

Fino a cinque vitamine inorganiche vengono oggi aggiunte alle farine proprio per sopperire la mancanza di nutrienti: questa trovata si dimostra assolutamente inutile in quanto tutti i prodotti inorganici non possono essere assorbiti dall’organismo.


Effetti della carenza di crusca:


• Intossicazione intestinale, dovuta a sostanze non espulse velocemente 


• Formazione di diverticoli intestinali (piccole sacche nelle pareti dell'intestino)

• Irritabilità del colon (colite) 

• Calcolosi biliari per l'eccesso di colesterolo non eliminato e riassorbito 

• Alterazioni della struttura delle funzioni delle arterie con concrete possibilità di emorragie, trombosi e infarti 

• Obesità, poiché se i cibi raffinati da una parte apportano all'organismo maggiori calorie, dall'altro saziano di meno favorendo quindi un maggiore consumo 

• Cancro del colon, per la trasformazione dei sali biliari in composti tossici o addirittura cancerogeni



C'era una volta il vero biologico


Con i mulini a pietra (60-100 giri al minuto) la farina non si scalda, gli amidi si impregnano degli oli del germe per effetto dello sfregamento e le cellule dello strato aleuronico liberano la fitasi, un enzima che neutralizza l'acido fitico. (Acido che tende a fissare il calcio, il magnesio e altri elementi trasformandoli in sali non più assimilabili). Dunque la fitasi neutralizza l'acido fitico.



Procedimento moderno e chimico:


I mulini a cilindri metallici ruotano a 300-350 giri al minuto e scorticano i diversi strati del chicco. Con questa tecnologia si raccolgono separatamente crusca, cruschetto, germe e amido. Il prodotto ottenuto è di facile conservabilità (non irrancidisce come la farina intergrale) ma presenta vari inconvenienti nutrizionali.

Il mulino a cilindri non consente l'apertura della cellula dello strato aleuronico e la liberazione della fitasi.
Il calore e l'elettricità del metallo producono perdite vitaminiche ed il grano cosi raffinato risulta più povero di nutrimenti.


Più prodotti raffinati una persona mangia, più insulina deve essere prodotta dall'organismo.

L'insulina favorisce il deposito di grasso, il passaggio ad un rapido aumento di peso e di trigliceridi elevati che può portare a malattie cardiache. Nel tempo, il pancreas diventa così carico di lavoro che la produzione di insulina si blocca e ipoglicemia (poco zucchero nel sangue) o diabete vengono a galla.


Non è un caso che il diabete sia una delle malattie più diffuse negli ultimi decenni. Ci sono bambini che nascono già diabetici negli Usa a causa degli errori alimentari dei loro genitori e in Italia la percentuale di celiachia e intolleranza al glutine (presente nel frumento) cresce ogni anno del 10 %.

Inoltre la farina di grano raffinata è il combustibile che alimenta le infezioni e alti livelli di zucchero nel sangue creano un terreno fertile per batteri dannosi con un conseguente indebolimento del sistema immunitario.


Nel processo di produzione di farina bianca, la metà degli acidi grassi insaturi che sono ad alto valore alimentare, si perdono nel processo di fresatura  e praticamente tutta la vitamina E viene perduta con la rimozione del germe di grano e della crusca.

Come risultato, il resto della farina del pane bianco che si acquista, contiene solo proteine di scarsa qualità e amido modificato. Ma non è tutto per quanto riguarda la perdita di sostanze nutritive.


Circa il 50% di tutto il calcio, il 70% di fosforo, l'80% di ferro, il 98% di magnesio, il 75% di manganese, il 50% di potassio e il 65% di rame vengono distrutti.


INGEDIENTI
FARINA NTEGRALE
FARINA BIANCA
Proteine
13 gr. (144%)
9 Gr. (100%)
Sali minerali
2,2% (440%)
0,5 % (100%)
Vitamina B6
0,7 mg (350%)
0,2 mg (100%)
Vitamina PP
6 mg (1200%)
0,5 mg (100%)
Vitamina B2
0,3 mg (750%)
0.04 mg (100%)
Vitamina B1
0,6 mg (600%)
0,1 mg (100%)









Tabella comparativa tra 100 gr. di farina di frumento integrale e 100 gr. di farina bianca raffinata


Se questo non fosse abbastanza grave, circa l'80% di tiamina, il 60% di riboflavina, il 75% di niacina, il 50% di acido pantotenico e circa il 50% di piridossina sono inoltre persi.



Perché oggi quasi tutto il pane è bianco?

Il motivo per cui il pane sia bianco è semplice: la farina usata per fare il pane bianco è sbiancata chimicamente, proprio come quando usi la candeggina per sbiancare i tuoi vestiti. Così, quando mangi il pane bianco, mangi anche i residui chimici degli sbiancanti.

I mulini industriali usano prodotti chimici differenti per lo sbiancamento che sono tutti abbastanza nocivi. Eccone alcuni: l'ossido di azoto, di cloro e nitrosyl e perossido di benzoile miscelato con sali chimici vari. Un agente sbiancante come l'ossido di cloro, combinato con delle proteine qualunque ancora rimaste nella farina, produce allossana.


L'allossana è velenosa ed è stata utilizzata per causare il diabete in animali da laboratorio. L'ossido di cloro serve anche ad allungare la durata di conservazione della farina ma non è propriamente salutare.

Gli zuccheri semplici e i carboidrati raffinati (farina bianca, pasta, lavorati, cibi devitalizzati, etc..) richiedono poco metabolismo ed entrano nel flusso sanguigno rapidamente. Il pancreas, l'organo che regola la quantità di insulina che viene rilasciata nel sangue, è ora indaffarato dall' improvviso aumento di zuccheri.

Il risultato di tutto questo è una forte diminuzione della glicemia (solitamente entro un'ora) e una conseguente sensazione di letargia, confusione mentale, debolezza e senso falso di fame.
Come se non bastasse, questo fa in modo che lo zucchero causi l'aumento di peso, non solo a causa del suo innaturale contenuto calorico, ma perché in realtà altera il metabolismo.

Che cosa significa ciò? Ecco cosa significa: se due gruppi di persone sono alimentate con lo stesso numero esatto di calorie e un gruppo assume le calorie dallo zucchero e dai prodotti raffinati, mentre l'altro gruppo consuma le calorie sotto forma di cereali integrali, frutta e verdure, il primo gruppo aumenta di peso, mentre l'altro no. Questa constatazione arriva da studi pubblicati dal  Ministero della Salute degli USA.


Nessun reale arricchimento di sostanze utili

Come abbiamo visto quindi, alcune sostanze nutritive sintetiche sono aggiunte nuovamente alla farina bianca che viene poi chiamata "arricchita".

In realtà non c'è stato alcun reale "arricchimento" del prodotto originale, ma l'inganno e la distruzione della vita di una delle tante creazioni perfette che troviamo in natura.

Non lasciarti ingannare da prodotti che vengono pubblicizzati come cereali integrali che effettivamente non sono. Possono avere una qualche quantità di cereali integrali all'interno, ma ci possono essere un sacco di altri ingredienti inutili e malsani. Per esempio, se il pane è morbido è molto difficile che sia davvero integrale. Assicurati di leggere tutti gli ingredienti con cura su tutti i prodotti che compri.


Additivi chimici aggiunti

Fino a quarantaquattro tipi diversi di additivi chimici possono trovarsi nel pane e nei prodotti da forno sia freschi che confezionati che vengono consumati quotidianamente.

Un esempio di sbiancante della farina che viene utilizzato nell'industria alimentare è il diossido di cloro.

Il diossido di cloro è un gas di colore giallo-verde pallido con formula chimica ClO2. Cristallizza a −59 °C in cristalli arancioni.
Come molti altri ossidi di cloro, è un potente ossidante ed è utilizzato nel candeggiamento e nel trattamento delle acque per la disinfezione.

Limitiamo il più possibile il consumo di farinacei, se proprio meglio scegliere quelli veramente integrali.



Posta un commento

Ti è piaciuto questo post?